Crisi per la telefonia fissaIn Italia, il mercato della telefonia fissa è in una pericolosa situazione di crisi. In poche parole, sarebbe questo il sunto di tutte le rielaborazioni che sono state effettuate sul settore. Tali ricerche si sono basate su ciò che è stato studiato nel periodo di Settembre 2011.

Dunque, la rete fissa viene utilizzata sempre di meno, arrivando a contabilizzare circa 400.000 utenze in meno, ma facendo ricerche ancora più approfondite alla ricerca di dati più significativi, troviamo che l’azienda che ha le maggiori perdite tra i propri clienti, contando circa 700.000 utenti in meno, è Telecom Italia. Oramai il mercato è molto vasto, e mentre Telecom Italia perde moltissimi dei suoi clienti, tutti gli operatori alternativi ci guadagnano.

Sul mercato, il gigante Telecom deve fare posto a nuove personalità, come Vodafone, Wind, Fastweb e Tiscali. Ma non è solo la rete fissa che subisce i pressanti colpi della crisi. Infatti, passando alla banda larga non troviamo certo dei risultati piacevoli, in quanto si contano quasi 200.000 utenze perse, anche se però, considerati i periodi, si può dire che la situazione non sia cattiva come sembri. Tuttavia, parlando in generale, la crisi c’è, e si fa ben vedere. Essa è presente nei settori dell’adsl senza telefono e della rete fissa.

Una situazione del tutto differente si è profilata, invece, per le linee mobili. Infatti, nel periodo considerato le attivazioni di SIM contano circa 1,7 milioni di utenti. Si è notato dunque come le persone prediligano i telefoni cellulari, soprattutto se dotati di connessione ad internet. La crescita così alta di attivazione delle SIM è dovuta anche alla maggior utilizzo dell’utenza affari, ma anche grazie alle SIM dati.

Per quanto riguarda questi ultimi 2 elementi, possiamo notare, dando una rapida occhiata, che le aziende come Tim e Wind sono in crescita, la 3 Italia rimane stabile, mentre una piccola deflazione la subisce la Vodafone. Nella scala dei valori, tuttavia, prendono posto anche gli operatori mobili virtuali, con dei valori parecchio significativi, di circa 0,7 milioni. Parlando di internet mobile a banda larga, notiamo anche qui degli ottimi risultati, vantando circa 10 milioni di utenti, con un incremento di circa il 10%.

Tutti i dati possono essere consultati via internet utilizzando i documenti PDF che l’Osservatorio Trimestrale AGCOM mette a disposizione di tutti sui siti internet. Sono molto semplici da consultare e utilizzare. Esso viene aggiornato ogni periodo in modo tale da rendere le statistiche sempre pronte e affidabili.

Related posts: